8 Marzo: Festa della Donna

8 Marzo: Festa della Donna

” Siamo state amate e odiate, adorate e rinnegate, baciate e uccise, solo perché donne.”

Alda Merini

L’8 marzo è la Festa della Donna. È pur vero che non tutte le donne sono convinte di voler festeggiare questa data, ma è altrettanto vero che il primo passo per farsi un’opinione in merito è quello di conoscere la vera origine di questa giornata.

Festa della Donna: quando nasce la giornata internazionale della Donna e perché si festeggia

In realtà, sull’origine della festa c’è una leggenda da sfatare. Riguarda il presunto incendio in una fabbrica di camicie di New York, che l’8 marzo del 1911 avrebbe provocato la morte di 134 operaie, intrappolate dalle uscite sbarrate dei locali. Tuttavia, non esistono prove concrete né sulle date, né sul numero di vittime, e nemmeno sulla veridicità. Eppure, è questo l’episodio che si è consolidato nell’immaginario collettivo quando si parla di questa ricorrenza.

La storia, in verità, è più complessa e affonda le radici nel febbraio del 1909, quando il Partito socialista americano propose di celebrare una giornata dedicata all’importanza delle donne nelle società. Iniziativa ripresa l’anno successivo dall’attivista Clara Zetkin, che durante la seconda Conferenza internazionale delle donne socialiste tenutasi a Copenaghen, riprese l’idea di fissare un giorno per questa festa.

La prima volta che la data dell’8 marzo apparve nel contesto della Giornata internazionale della donna fu nel 1914. Si trattò di una serie di incontri che le donne fecero per protestare contro la violenza della guerra in corso e per solidarizzare con le cittadine russe che l’anno precedente, nel 1913, avevano celebrato la loro prima Giornata internazionale della donna nell’ultima domenica di febbraio, contestualmente ai movimenti pacifisti che auspicavano la fine delle violenze della Prima guerra mondiale. Così, nel 1917, davanti agli oltre due milioni di soldati morti nel conflitto, le donne russe scelsero l’ultima domenica di febbraio per proclamare uno sciopero al grido di “pane e pace”. Una scelta criticata dai politici e dalla classe dirigente di allora, ma che fu comunque portata avanti: pochi giorni dopo abdicò lo Zar e il governo provvisorio concesse il diritto di voto alle donne. Era il 23 febbraio, secondo il calendario utilizzato a quel tempo in Russia, l’8 marzo secondo quello gregoriano di tutti gli altri Paesi.

Il riconoscimento dell’Onu negli anni ‘70

Fu solo nel 1921, a Mosca, durante la Seconda conferenza delle donne comuniste, che si stabilì l’8 marzo come data unica per tutti i paesi, in ricordo della manifestazione contro lo zar a San Pietroburgo del 1917, cui parteciparono moltissime donne. Tuttavia, si deve aspettare il 1975, Anno internazionale della donna, per ottenere il riconoscimento della celebrazione ufficiale da parte dell’ONU che, nel 1977, dichiarerà l’8 marzo ‘Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale’.

Al di là dei dibattiti circa l’accettare o meno questa festa, è doveroso sottolineare che la donna va celebrata ogni giorno, specialmente alla luce dei tanti, troppi femminicidi che avvengono, purtroppo, all’ordine del giorno.

Al di là delle polemiche, l’8 marzo è un giorno simbolico, in cui la forza, la bellezza, la tenacia, la determinazione della donna viene festeggiata, per un giorno i riflettori sono puntati su di lei.

E allora a un omaggio alle donne di tutto il mondo: donne coraggiose che affrontano la vita a testa alta, ma anche donne vittime di violenze che si rialzano più forti di prima… madri, mogli, nonne, figlie che si barcamenano tra impegni lavorativi, familiari e personali senza arrendersi mai.

Per concludere:

“Le donne hanno sempre dovuto lottare doppiamente. Hanno sempre dovuto portare due pesi, quello privato e quello sociale. Le donne sono la colonna vertebrale delle società.”

Rita Levi Montalcini

Continua la lettura

MILANO FASHION WEEK 2022

MILANO FASHION WEEK 2022

OZMEE ON THE ROAD

OZMEE ON THE ROAD

18 Marzo, Giornata mondiale del sonno!

18 Marzo, Giornata mondiale del sonno!